Regolamento del corso ad indirizzo musicale

Il corso ad indirizzo musicale è opzionale. Esso ha la durata di tre anni ed è parte integrante del piano di studio e materia degli Esami di Stato al termine del I ciclo di istruzione . La volontà di frequentare i corsi di ordinamento ad indirizzo musicale è espressa all’atto dell’iscrizione alla classe prima.

Le lezioni dei corsi ad indirizzo musicale (sezioni B e D) si svolgono in orario antimeridiano nella giornata di venerdì (solfeggio) e in orario pomeridiano con :

  1. Lezioni individuale e/o in piccoli gruppi;
  2. Orchestra;
  3. Musica d’insieme;

Gli alunni che si iscrivono a un corso ad indirizzo musicale svolgono un tempo scuola settimanale di 33 ore, con due ingressi anticipati alle ore 8 (martedì e giovedì) e due rientri pomeridiani di un’ora ciascuno (comprendente ascolto e pratica).

Si accede ai corsi ad indirizzo musicale previo superamento di una prova di ammissione orientativo-attitudinale. La commissione esaminatrice è composta dai docenti di strumento e presieduta dal dirigente scolastico.

All’atto dell’iscrizione è possibile esprimere l’ordine di preferenza degli strumenti; le indicazioni hanno, tuttavia, valore orientativo ma non vincolante. L’assegnazione dello strumento è determinata dai risultati della prova orientativo-attitudinale. La Scuola predispone la prova entro il termine previsto dalla C.M. relativa alle iscrizioni.

Gli esiti della prova e l’attribuzione dello strumento di studio vengono pubblicati all’albo ed al sito dell’Istituzione scolastica. Entro 10 giorni dalle date di pubblicazione è ammessa rinuncia da parte della famiglia alla frequenza al corso.

La frequenza del corso ad indirizzo musicale comporta lo svolgimento delle seguenti attività: saggi, concerto, concorsi, stage, partecipazione ad eventi cittadini. Tali attività, organizzate dalla Scuola, potranno richiedere per la loro realizzazione, la collaborazione delle famiglie. I membri dell’orchestra e coro, in sede di esibizione, indosseranno una divisa costituita da jeans blu e camicia bianca. I docenti, al termine delle attività extra-scolastiche, presenteranno alla D.S. una relazione dettagliata sullo svolgimento degli eventi; il programma dei concerti dovrà essere presentato alla D.S. con ragionevole anticipo, con le distribuzioni dei compiti previsti per ciascun docente.

La Scuola organizza attività di orientamento per le famiglie degli alunni e di continuità formativa per gli allievi della Scuola Primaria, per illustrare il percorso di studio e le modalità organizzative dei corsi e familiarizzare allo studio di uno strumento.

L’acquisto degli strumenti è a carico delle famiglie. I docenti indicheranno le caratteristiche per facilitarne l’acquisto stesso. La Scuola potrà fornire, in casi particolari, alcuni strumenti in comodato d’uso.

I docenti di strumento musicale partecipano ai lavori del Collegio nelle sue diverse articolazioni (dipartimenti, commissioni di lavoro, consigli di classe, formazione e aggiornamento). Lo studio dello strumento musicale si svolge secondo le linee programmatiche presenti nel P.O.F, documento vincolante per l’Istituto. I docenti partecipano alle attività extra-scolastiche (concerti, concorsi, rassegne, manifestazioni) dando la disponibilità ad accompagnare gli alunni. Per il viaggio di istruzione previsto di norma per le classi terze, la disponibilità sarà richiesta all’inizio di ogni anno scolastico (si prevede la presenza di docenti curriculari e almeno 3 docenti di strumento musicale). Sarà praticato il criterio della turnazione per la partecipazione a manifestazioni nazionali e internazionali. Qualora non fosse possibile, per motivi organizzativi, realizzare viaggi di istruzione nazionali o internazionali, si garantisce la partecipazione a rassegne e/o concorsi in ambito regionale.